07.12.2016 corso - old No Comments

Evento formativo: Seminario LA FORZA DEL CAMBIAMENTO- 15 dicembre 2016

Prot. 1778

Agli ISCRITTI,
Evento formativo

Seminario
LA FORZA DEL CAMBIAMENTO

L’ecologia globale dell’Enciclica
“Laudato Si”
Conversazione con Stefano Boeri,
Don Franco Tassone e Massimo De Paoli

che si terrà giovedì 15 DICEMBRE 2016
dalle ore 16.00 alle 20.00
presso Cinema Politeama, Corso Cavour, 20
27100 Pavia PV

organizzato dall’Ordine degli Architetti P.P.C. della Provincia di Pavia

L’evento è gratuito e prevede il riconoscimento di n. 4 crediti formativi professionali.
I crediti saranno riconosciuti a coloro che avranno apposto la propria firma di presenza all’entrata ed all’uscita del seminario, ed avranno seguito l’evento per intero (100%), secondo quanto dettato dalle “Linee Guida” aggiornate al 2015.
I relatori del seminario saranno: Stefano Boeri, Don Franco Tassone, Massimo De Paoli
cui si affiancheranno Nicola Adavastro, Michele Bocchiola, Paolo Cresci, Martina Toffolo, Gigi Farioli, Luisa Marabelli, Pier Benedetto Mezzapelle, Paolo Molteni
Introduzione: Aldo Lorini
Moderatore: Massimo Giuliani

PROGRAMMA

l seminario sarà ripartito in sei blocchi nei quali verranno suddivisi e sviluppati i temi che emergono dalla lettura dell’Enciclica.
Il blocco 1 è dedicato alla spiegazione ed al commento dell’Enciclica che è prima di tutto un documento religioso. Questo blocco è affidato quindi a Don Franco Tassone che ne illustrerà i contenuti mettendo in luce sia gli aspetti squisitamente religiosi ed etici.
I blocchi 2 e 3 hanno l’obiettivo di sviluppare i contenuti etici che stanno alla base della “Laudato Si” e far emergere “i cambiamenti” che la classe dirigente nel suo complesso deve fare per affrontare questa nuova fase culturale, politica e sociale.
I blocchi 4 e 5 sono dedicati ad illustrare esempi che descrivono nuovi modi di affrontare i nuovi problemi che la crisi ha determinato ma anche le vecchie questioni che la società all’epoca dell’abbondanza non ha mai affrontato.
Il blocco 6 avanza delle ipotesi di nuovi modi per intervenire per trasformare le criticità presenti e dei nuovi atteggiamenti etici che dovrebbero guidare l’azione di chi progetta il futuro.
Blocco 1: i contenuti dell’Enciclica.
Interventi esterni: Michele Bocchiola – fiolosofo – la proposta di un nuovo atteggiamento etico.
Blocco 2: le resistenze al cambiamento
Quale è l’atteggiamento etico che deve essere alla base dell’azione dei decisori.
Le responsabilità della classe dirigente.
Quali sono gli errori della politica, del welfare, dei tecnici?
Partire dai bisogni, come dice l’Enciclica, vuol dire trovare altri modi per affrontare le sfide anche se si dispone di mezzi economici molto ridotti rispetto a prima.
Dobbiamo ripensare ai progetti del passato che oggi assumono un altro significato.
La tensione ideale che comunica l’Enciclica fa tornare alla mente le grandi spinte alla trasformazione della fine degli anni ’60 in cui indubitabilmente sono avvenute radicali trasformazioni nel modo di fare politica di fare l’architetto ed anche di occuparci del sociale.
Guardando quel periodo di grande fermento con gli occhi sembra di leggere una forte inspiegabile contraddizione:
– la società di allora era in crescita ed incredibilmente più ricca di oggi eppure la spinta al cambiamento era diffusa in tutta la società;
– oggi che il cambiamento diventa indispensabile ed inprocrastinabile invece la classe dirigente sembra incapace di traguardare i problemi e soprattutto mettere a punto una rotta per affrontare gli anni complessi che ci aspettano.
Interventi esterni:
Martina Toffolo
– ex assessore urbanistica Pordenone – le resistenze al cambiamento
Gigi Farioli – ex sindaco Busto Arsizio – economia, governo del territorio e inclusione sociale
Blocco 3: la città ed il territorio teatro e motore dell’economia
La necessità di agire adesso e su più fronti contrasta con la situazione economica e con l’attuale fase dell’economia.
E’ quindi necessario ripensare sia a cosa fare ma anche ai nuovi modi per farlo.
Come deve cambiare l’atteggiamento dei decisori, dei tecnici e della società civile.
Cambiare l’atteggiamento probabilmente consente di affrontare uno ad uno tutti i problemi che con l’impostazione che abbiamo ereditato dagli anni dell’abbondanza sembrano irrisolvibili ma che lo diventano se modifichiamo la strategia con cui li affrontiamo.
Interventi esterni:
Pier Benedetto Mezzapelle – responsabile Urbanistica comune di Pavia – il Piano al tempo della crisi
Blocchi 4 e 5: esempi di economia circolare
Interventi esterni:
Paolo Molteni – Circuito Link – economia moneta complementare;
Luisa Marabelli – Architetto – welfare; Nicola Adavastro – economista – agricoltura; Paolo Cresci – ARUP Italia – energia
Blocco 6: cambiamenti da mettere in atto subito nella trasformazione della città, nella politica e nella gestione delle problematiche sociali.
Conclusioni di Stefano Boeri, Don Franco Tassone, Massimo De Paoli

ISCRIZIONI

L’EVENTO SI SVOLGERA’ SOLO IN AULA FISICA presso la sede indicata. Non è prevista quindi la trasmissione online.
L’evento prevede un limite massimo di 150 partecipanti.
Le iscrizioni si chiuderanno in data 13 Dicembre 2016 ore 24.00.
L’iscrizione all’evento in aula fisica avverrà esclusivamente attraverso il sito iM@teria (https://imateria.awn.it)
Per trovare l’evento su iM@teria: entrare nella propria area riservata – in alto a sinistra selezionare “Architetti Pavia” nella tendina “Ordine Provinciale” – individuare l’evento in elenco, selezionare e iscriversi.
Cliccando “Dettagli del corso” si apre la pagina per l’iscrizione. Su questa pagina, sulla sinistra, sotto “Modalità di iscrizione”, vengono segnalati i posti ancora disponibili. Nel caso questi fossero già esauriti, viene indicato il numero di iscritti già in lista d’attesa. Iscrivendosi comunque, il sito comunica l’avvenuta regolare registrazione ma vi segnala che il vostro nome sarà inserito nella lista d’attesa. Sta all’iscritto ricontrollare periodicamente eventuali variazioni.

A registrazione avvenuta è possibile stampare il foglio di check-in che serve esclusivamente per attestarne la regolarità. Va mostrato il giorno dell’evento solo nel caso, per eventuali disguidi, il proprio nome non comparisse nell’elenco firme.
ATTENZIONE: Per ovvi motivi organizzativi e di buona riuscita dell’evento, l’iscritto in lista d’attesa che si dovesse presentare all’evento pur non avendone diritto e riuscisse a partecipare e ad apporre la propria firma di partecipazione a piè di lista, non si vedrebbe comunque riconosciuti i crediti relativi.
Come ampiamente anticipato con specifiche mail informative (tutt’ora pubblicate sul sito) dal 2015 la gestione degli eventi formativi, e la conseguente registrazione dei crediti, avverrà attraverso la piattaforma iM@teria del C.N.A.P.P.C. Abbiamo già invitato tutti gli iscritti ad iscriversi alla piattaforma seguendo le istruzioni a suo tempo inviate e che si trovano comunque sul nostro sito.

Si pregano gli iscritti di segnalare all’indirizzo formazione@ordinearchitettipavia.it qualsiasi difficoltà riscontrata nell’utilizzo della piattaforma. Su segnalazione del Segretario, per motivi di organizzazione interna, la segreteria dell’Ordine non può rispondere a quesiti telefonici sulla formazione.

Nel caso l’iscritto dovesse, per inaspettati motivi, non poter partecipare all’evento, dovrà provvedere alla propria cancellazione sul sito iM@teria. A iscrizioni chiuse (13 Dicembre 2016) l’evento non sarà più visibile su iM@teria e quindi 24ore prima non sarà più possibile cancellarsi se non tramite una mail all’indirizzo formazione@ordinearchitettipavia.it

ATTENZIONE: l’iscritto che collezionerà tre assenze ingiustificate dopo essersi iscritto ad un qualsiasi evento formativo organizzato da quest’Ordine, togliendo quindi posto ai colleghi interessati, potrà essere sottoposto a provvedimento disciplinare.

La Commissione Aggiornamento e Sviluppo Professionale Continuo
Ordine degli Architetti P.P.C. della Provincia di Pavia