26.06.2013 Comunicazioni - old No Comments

Decreto del fare

prot. 829

Agli ISCRITTI

Si informano i colleghi che da sabato 22 giugno è in vigore il Decreto Legge n. 69 del 21 giugno 2013 (Decreto del Fare) recante “Disposizioni urgenti per il rilancio dell’economia”. Il Decreto, composto da un allegato e 86 articoli, è suddiviso nei seguenti titoli:

  • Titolo I – Misure per la crescita economica (artt. 1 – 27);
  • Titolo II – Semplificazioni (artt. 28 – 61);
  • Titolo III – Misure per l’efficienza del sistema giudiziario e la definizione del contenzioso civile (artt. 62 – 86).

Tra le varie iniziative, per quanto concerne le infrastrutture (art.18), possiamo trovare misure per un totale di 3 miliardi di euro e una ricaduta occupazionale di circa 30.000 nuovi posti di lavoro, in materia di infrastrutture. Infatti per i prossimi quattro anni (2013-2017) è prevista l’istituzione di un Fondo di 2.069 milioni di euro per consentire la continuità dei cantieri in corso o per l’avvio di nuovi lavori.

Per il campo dell’edilizia si evidenzia l’art. 30, denominato “Semplificazioni in materia di edilizia”, che porta delle modifiche al Testo Unico Edilizia per quanto riguarda la SCIA edilizia e la Comunicazione di Inizio Lavori, per i quali sarà lo Sportello Unico dell’Edilizia a raccogliere dalle amministrazioni coinvolte i documenti e le autorizzazioni preliminari necessari. E’ riconfermata la possibilità di richiedere il certificato di agibilità per singoli edifici o singole porzioni della costruzione, purché funzionalmente autonomi, purché siano stati effettuati con successo i collaudi delle opere di urbanizzazione primaria: questo certificato potrà essere prorogato una sola volta per un periodo massimo di 3 anni. Inoltre vi è la possibilità ora di ristrutturare senza il vincolo di rispetto della sagoma originaria negli interventi di demolizione e ricostruzione.

Segnaliamo anche alcune semplificazioni in materia di DURC (art.31): nei contratti pubblici di lavori, servizi e forniture il Documento di Regolarità Contributiva potrà essere acquisito dalle stazioni appaltanti e dalle commissioni aggiudicatrici in via informatica e avrà una validità di 180 giorni.
Infine l’art. 41 prevede nuove semplificazioni in materia ambientale e sulla qualificazione dei materiali da riporto, sulle terre e rocce da scavo e sulla gestione delle acque sotterranee.

Si allega testo integrale del DL n. 69 del 21 giugno 2013, con evidenziate le parti attinenti alla ns. professione.

Cordiali saluti.

Il Presidente
Arch. Aldo Lorini