26.11.2016 Comunicazioni - old No Comments

Comunicato Delegato Architetti Inarcassa – Sanzioni – Come rimettersi in regola – InarcassaLab

COMUNICATO DELEGATO INARCASSA
Architetti P.P.C. della Provincia di Pavia

inarcassa001Arch. Paolo Marchesi – 335.5475667
pa.marchesi@archiworld.it

Sanzione per inadempienze nel pagamento dei contributi
(art. 10 – Regolamento Generale Previdenza 2012)
Il ritardo nei pagamenti dei contributi viene sanzionato con una maggiorazione del 2% per ogni mese di ritardo, fino ad un massimo del 60% dei contributi non corrisposti nei termini e l’obbligo degli interessi per il ritardato pagamento decorrenti dalle date di scadenza.
Come già comunicato agli iscritti in una precedente comunicazione, è già stata avanzata al Ministero competente una proposta che tenderà a diminuire tale sanzione; la proposta è stata respinta ma è intenzione del CdA di inoltrarla nuovamente con maggiore insistenza. Nel frattempo le sanzioni rimangono quelle indicate.
Essendo quindi particolarmente gravose bisogna porre massima attenzione al rispetto delle scadenze.

Nel caso malaugurato che un collega si trovi nella condizione di non aver rispettato il limite temporale del versamento, esistono due modalità per ridurre le suddette sanzioni.

COME RIMETTERSI IN REGOLA

Ravvedimento operoso (ROP)
(art. 13 – Regolamento Generale Previdenza 2012)
L’istituto è attivabile direttamente dall’interessato finché l’irregolarità non gli è stata notificata e permette di beneficiare della riduzione delle sanzioni del 70%.
Il ravvedimento è una leva accessibile per tutte le irregolarità commesse anche anteriormente alla data di approvazione ministeriale e cioè:

  1. Ritardata domanda di iscrizione;
  2. Omessa, ritardata o infedele dichiarazione;
  3. Ritardato versamento della contribuzione.

Il ravvedimento prevede che dopo la eliminazione della irregolarità (con la presentazione della domanda di iscrizione o con la presentazione/rettifica della dichiarazione), nei 60 giorni successivi alla richiesta venga effettuato il pagamento dei relativi contributi e delle sanzioni.
Per il ritardato versamento della contribuzione (punto 3) l’irregolarità è sanata con il contestuale pagamento dei contributi evasi, degli interessi e delle sanzioni.
Per facilitare la regolarizzazione della posizione debitoria è prevista, se la somma complessivamente dovuta supera l’importo di euro 1.000, la possibilità di rateizzare il versamento degli importi dovuti secondo le modalità stabilite dal Consiglio di Amministrazione (dieci rate quadrimestrali con tasso di interesse del 4% per i contributi e dell’0,20% per le sanzioni per le domande presentate nel 2016).
Si ricorda che la rateizzazione comporta il differimento:

  1. della liquidazione della pensione fino al versamento dell’ultima rata prevista dal piano;
  2. del rilascio del certificato di regolarità contributiva fino al versamento della prima rata prevista dal piano (a tale fine il bollettino M.AV. elettronico della prima rata sarà disponibile su Inarcassa on line alla voce “Gestione M.AV.” dopo 5 giorni lavorativi dalla data di elaborazione del piano).

L’istituto del Ravvedimento Operoso è disponibile nella sezione Inarcassa On line presente sul sito; avendo a disposizione le credenziali di accesso è possibile procedere alla compilazione assistita ed alla trasmissione telematica.

Accertamento con adesione (ACA)
(art. 14 – Regolamento Generale Previdenza 2012)
Questo istituto consente al professionista di conciliare le irregolarità già notificate dopo la data del 20 maggio 2011 e permette di ottenere una riduzione sulle sanzioni già irrogate del 30% per:

  1. Omessa o ritardata domanda di iscrizione;
  2. Omessa o ritardata dichiarazione;
  3. Infedele dichiarazione;
  4. Omesso o ritardato versamento contributivo.

L’adesione alla proposta di accertamento deve avvenire entro 30 giorni dalla data di ricezione del provvedimento sanzionatorio. Se nell’ultimo decennio non sono state commesse infrazioni, la riduzione sale al 70% per le violazioni di cui ai punti b) c) e d).
L’accertamento con adesione si perfeziona con il versamento, entro 30 giorni dalla data di adesione,  degli importi dovuti (contributi e sanzioni). Questi possono essere versati in un’unica soluzione oppure rateizzati secondo le modalità stabilite dal Consiglio di Amministrazione (dieci rate quadrimestrali con tasso di interesse del 4% per i contributi e dello 0,2% per le sanzioni nel 2015).
Si ricorda che la rateizzazione comporta il differimento:

  1. della liquidazione della pensione fino al versamento dell’ultima rata prevista dal piano
  2. del rilascio del certificato di regolarità contributiva fino al versamento della prima rata prevista dal piano (a tale fine il bollettino M.AV. elettronico della prima rata sarà disponibile su Inarcassa on line alla voce “Gestione M.AV.” dopo 5 giorni lavorativi dalla data di elaborazione del piano)

Tale istituto è disponibile nella sezione Inarcassa ON LINE presente sul sito; avendo a disposizione le credenziali di accesso è possibile procedere alla compilazione assistita ed alla trasmissione telematica.

= = = = = = = = = = = = = = = =

inarcassalab

INARCASSALAB

Su Facebook è attiva la nuova pagina InarcassaLAB, uno spazio innovativo e aperto a tutti dove si discute di Previdenza, Assistenza e Professione.
La pagina vuole favorire una diffusione capillare dei contenuti della rivista di Inarcassa, di quanto pubblicato sul sito dell’Associazione e delle notizie che riguardano Ingegneri e Architetti liberi professionisti. Visitala, clicca “MI PIACE
👍 e condividilo con gli amici.

Pavia, 26 agosto 2016

Il Delegato Inarcassa
Architetti P.P.C. della Provincia di Pavia
Arch. Paolo Marchesi